Caro Gesù

“Caro Gesù, stai bene? Io abbastanza, grazie, e così spero di te e dei tuoi. Ti volevo dire una cosa, magari la potrai giudicare oziosa, non lo so, ma m’è venuto in mente che magari poteva aiutare, poi magari no, ma non mi costa nulla, per cui te lo dico. Ho pensato, caro Gesù, che se muori e risorgi sei veramente un figo, ma tanto, son cose che noi umani non si riesce mica a fare. Ho pensato che se lo fai una volta, ok, sei figo e te l’ho già detto, ma se lo rifai tutti gli anni, be’, è logico che dopo un po’ il pubblico perda interesse. Tu pensaci.”

(E io che mi pensavo – Lettera a Gesù)
Precedente Non mostrarmi la tua vita se hai già deciso che non potrò farne parte. Successivo Sandro Pertini - Democrazia e fascismo

2 commenti su “Caro Gesù

I commenti sono chiusi.