Duomo collection


Dicono che la violenza perpetrata a Milano segna la vittoria definitiva del berlusconismo. Non sono d’accordo. Non può vincere il leader più odiato al mondo degli ultimi 150 anni. Il problema vero è che non c’è nessun vincitore…

Siamo sicuri che sia stato il colpo infertogli e non siano invece le stimmate?

Secondo me, conoscendo il senso del marketing del premier, nei secondi trascorsi tra il colpo ricevuto, l’entrata in macchina e la fuoriuscita per farsi vedere , ha elaborato velocemente, non gli eventuali punti di sutura , ma i punti percentuale di consenso che gli avrebbe fatto guadagnare l’evento…

Che poi perchè questo scandalo? Si sa che tra infermi di mente queste cose possono succedere…

Lo sapevo che quella canzoncina che da due mesi ci sta martellando in tv, e che fa: “A Natale puoi, quello che non puoi fare mai…” avrebbe fatto dei danni prima o poi…

Essendo LUI l’unto del Signore, l’aggressore magari gli stava solo chiedendo la benedizione della statuina, solo che nella calca gli è scappata la mano…e invece di prendere la benedizione, l’ha data …

E’ vero, è tutta colpa della sinistra. Lo sguardo di Tartaglia è quello tipico di un ex Pci approdato al Pd

Canale 5 intervista Alfano che dice: ” Basta con questa politica che crea odio, delle forze del bene contro le forze del male !” Ma sbaglio o qualcuno era sceso in politica proprio con le “forze del bene” per battere le forze del male ? Io non ho parole…

comunque…con tutto quel silicone è un miracolo che il Duomo non sia rimbalzato addosso alla scorta. Poteva essere una strage… (Squlibrì)

Precedente (vignetta) - Aggressione a Milano Successivo (vignetta) - Dal letto dell'ospedale:"Dio, perdona loro, perchè non sanno quello che fanno"

9 commenti su “Duomo collection

  1. Questa storia sta divenendo il trionfo dell'ovvio. Tutti hanno ragione. Tutti si stanno vendendo la madre per due voti in più e lo stanno facendo su un fatto di cronaca nera. Politici infimi, giornalisti nulli.

  2. Da Storia del Terzo Reich, di William Shirer (pp. 212-213):"Nella notte del 27 febbraio un piccolo reparto d'uomini della SA naziste sparse benzina e sostanze chimiche all'interno del Reichstag (il Parlamento tedesco). Nello stesso tempo un comunista olandese semi-deficiente, Marinus van der Lubbe, che aveva una mania per gli incendi, era … Mostra tuttopenetrato nell'immenso edificio e per conto suo aveva appiccato qua e là qualche fuoco. Per i nazisti, questo piromane semi-deficiente sembrò inviato dal cielo. […] Sembra chiaro che van der Lubbe sia stato uno strumento dei nazisti… L'indomani, 28 febbraio, Hitler fece firmare al presidente Hindenburg un "Decreto per la protezione del popolo", col quale venivano soppressi i sette articoli che garantivano le libertà individuali e civili, presentato come "una misura difensiva contro gli atti di violenza commessi dai comunisti a danno dello Stato"…Vi suona?….gatta susanna

  3. Effettivamente Tartaglia ha uno sguardo un pò sinistro e sicuramente non è stato maldestro;)"…Poteva essere una strage…"E allora diciamolo: Miracolo a Milano!

  4. Ci aspettano giorni, giorni, molto pesanti. E notizie coperte da questo.Grave fatto. Ma non dovrebbe distogliere da altro. Da molto e troppo altro. Siamo, probabilmente, esposti.

  5. i coglioni non serve aizzarli, le cazzate le fanno di loro spontanea volontà salvo poi rinnegare il loro gesto per sfangarla. Tartaglia è un povero coglione e poi è stato lui a dire che è di sinistra, coglione e di sinistra quindi doppiamente condannabile…

I commenti sono chiusi.