Gli insegnanti comunisti e i valori delle famiglie

a) – Attacco duro del premier alla scuola pubblica, dove «gli insegnanti inculcano idee diverse rispetto a quelle delle famiglie»

b) – “Più troie siamo e più bene ci vorrà”. Il giorno di Natale, nelle conversazioni via sms tra due ragazze coinvolte nei festini di Arcore


Precedente Magistrati equilibristi Successivo Piano dopo piano arriverà lontano?

4 commenti su “Gli insegnanti comunisti e i valori delle famiglie

  1. Magistrati di parte! Infatti si trattava di una conversazione fra pesci d'acqua dolce e diceva così: "Più trote siamo e più bene ci vorrà".

I commenti sono chiusi.