Precedente Walter al Circo Massimo Successivo La Gelmini Obamizzata

34 commenti su “Il paese delle frottole

  1. azz..azz..azz..Uno come berlusconi NON lo batte nessuno,ormai ha i record delle dichiarazioni poi smentite o addirittura mai dette o capite o ancora interpretate male-Sempre per la legge dei vasi comunicanti(facci na’ vignetta) se dobbiamo fare a chi la spara piu grossa oltre ad essere un bel match credo che l’ago della bilancia penda vistosamente a destra-Dopodichè sono dell’idea di Marco(schiavi o liberi)meglio molto meglio dire sempre le cose come stanno e non come vorremmo che fossero,puo’ essere pericoloso vero,ma che cosa in politica non è pericoloso?tanto vale dire la verita’ e sopratutto piantarla li con i voltagabbana

  2. Anonimo il said:

    …tagliente, sferzante, pungente ;))…sono belle le tue vignette, che fanno sorridere mentre ci si morde amaramente la lingua.Me gusta il tuo blog.P.S.: …non per nulla Grillo lo chiama lo psiconano ;)…grazie per essere passato da me.

I commenti sono chiusi.