Il rosé più buono bevuto quest’anno, Puech-Haut

Questo è uno dei più buoni rosé che ho bevuto quest’anno, quasi certamente il più buono, probabilmente uno di più buoni che io abbia mai bevuto nella mia vita. Un rosé francese che viene dalla Languedoc, non dalla “solita” Provenza. Fatto con la classicissima accoppiata di mourvèdre e grenache. È il Tête de Belier 2017 di Château Puech-Haut.
(continua a leggere qui…)

Precedente Vino: i dieci abbinamenti natalizi più amati Successivo Il vino simbolo dello stare insieme e del legame sociale, “ingrediente” fondamentale delle feste