La cronaca di una settimana in pillole

Queste minacce a Berlusconi, Bossi e Fini, sembrano una cosa di chi se la canta e se la suona da solo. Insomma, non da “Brigate Rivoluzionarie” ma più da “Brigate Apicella”

La repubblica: – “Torino, arrestato il maniaco “ipnotizzatore”. – Per un attimo avevo pensato…

Bella puntata di che tempo che fa, a parte le parolacce di Venditti…

Con i calzini turchesi ci sta più un mocassino nero o bordeaux? E se optassi per delle più informali scarpe da ginnastica? E in questo caso, meglio griffate o non?

Per lavorare in Mediaset devi abbassarti il Brachino…

Non e’ un papello ma un crine di cavallo, uscito dal palto’.

Il Times insiste: “soldi italiani anche ai talebani a Herat”. Ma pensa te ‘sti inglesi. Ma per chi ci hanno preso, per gente abituata a pagare tangenti per qualsiasi cosa?

‘Sto giudice Mesiano, è davvero un tipo strano e so…spetto, infatti porta calzini turchesi, fuma e aspetta il suo turno dal barbiere, invece di andare a puttane o frequentare papponi e spacciatori. (Travaglio)

I giornali stranieri ci dipingono ancora come furbi e corrotti. Si sbagliano. Sono ancora con l’idea degli italiani di 20 anni fa, prima della grande epopea rivoluzionaria berlusconiana. Ora è tutto diverso. Siamo tutti cambiati. Strano che non …lo si percepisca anche all’estero. A meno che, ah…sì sì, vero: i soliti comunisti del cazzo che invece di fare i giornalisti seri, passano il tempo a leggere la Repubblica!

Ti è piaciuto il post? Vota Ok oppure No. Grazie!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Precedente Il dittatore (sulle note di De Andrè) Successivo (vignetta) - Tremonti: " Io credo nel posto fisso ! "

9 commenti su “La cronaca di una settimana in pillole

  1. Ciao, mi chiamo Guido Mastrobuono e sono un cacciatore di articoli per un concorso che si chiama “Concorso Permanente di Parole ed Immagini” e mette a confronto articoli che stimolino una discussione in ambito folisofico, sociale o politico (vedi l’indirizzo http://lavoristi.ning.com/profiles/blogs/concorso-permanente-di-parole ). A mio avviso, questo articolo arricchirebbe il nostro concorso e volevo suggerirti di inserirlo.Il concorso, in realtà, è una scusa per convincere la gente a metterci a disposizione spunti per la discussione. Noi poi ne parliamo e ci creiamo un’idea nostra sui più svariati argomenti. Infatti, la concorrenza tra autori non è una cosa che ci appartiene: noi creiamo nella collaborazione. E dal confronto con gli altri, noi aumentiamo il nostro sapere.Comunque la pubblicazione offerta in premio ai vincenti è vera ed effettiva.Se lo vorrai, potrai tranquillamente inserire, al piede degli articoli un link al tuo blog cosa che lo renderà più noto e facilmente raggiungibile. Un saluto Guido Mastrobuono

I commenti sono chiusi.