Precedente Un anno dopo Successivo I leaders degli studenti del centro destra

46 commenti su “La Gelmini e il ritorno della serietà

  1. La dimetteranno i suoi attribuendole le responsabilità del disastro che si delinea all’orizzonte. Un paradosso ma diventerà un capro espiatorio

  2. Anonimo il said:

    finalmente qualcuno che mette mano alla situazione della scuola: vero e proprio stipendificio di insegnanti inetti e fucina di giovani studenti deficienti nella cui testa rimbalza unicamente l’eco delle suonerie dei telefonini e dello sballo del sabato sera

  3. Anonimo il said:

    finalmente qualcuno che mette mano alla situazione della scuola: vero e proprio stipendificio di insegnanti inetti e fucina di giovani studenti deficienti nella cui testa rimbalza unicamente l’eco delle suonerie dei telefonini e dello sballo del sabato sera

  4. Anonimo, hai ragione e solidarizzo con te.Si capisce e mi dispiace che tu sia stato una di quelle vittime di questa scuola e di questi insegnanti.

  5. Scusa pietro se abuso di questo spazio ma vorrei rispondere all’anonimo di cui sopra che se ai nostri giovani studenti deficienti squilla il telefonino in continuazione e la sera si sballano come più non si potrebbe, la colpa non può certo darla alle insegnanti o alla scuola. Diamo a Cesare quel che è di Cesare: Manca la buona educazione e il senso civico in questo nostro mondo e la colpa è delle famiglie e di tutti i loro permissivismi ad oltranza.

  6. kikinuk il said:

    oggi abbiamo perso l’occasione di entrare in senato con gli studenti e far capire le ragioni di stato..rivoluzione.

  7. Gelmini: la nota città di omerica memoria.dice che per il suo caso è stata aperta la caccia, viva o morta non importa, basti che sia decapitata, squartata, appesa per i piedi nella pubblica piazza, cosparsa di benzina ed incendiata.come? è sempre poco?

  8. Anonimo il said:

    Ha anche detto che torna la scuola della meritocrazia … Non sarà forse più possibile fare l’esame da avvocato a Reggio Calabria?

  9. Anonimo il said:

    la scuola è stata mortificata abbastanza, l’unico che ha detto bene, ma non benissimo, è stato anonimo, gli studenti più facinorosi, diventano rappresentanti, i più svogliati vengono strumentalizzati dalla politica dei fannulloni, i professori si dividono in quelli strumentalizzati dal fango rosso che a loro volta mandano avanti gli pseudo studenti a fare disordini ed occupazioni. Questi sono quei fetenti che hanno affossato la scuola. Glialtri si barcamenano; vorrebbero cambiare ma non ce la fanno: Ben vengano cento, mille, milioni di Gelmini, la responsabilità del decadimento è delle ideologie. manca la serietà e la professionalità.

  10. Anonimo il said:

    Bella vignetta! Purtroppo se anche la Gelmini dovesse dimettersi state pur certi che il previdente capo del governo avrebbe già pronta una velina nuova di zecca, tornata da qualche reality, da piazzare come ministra…Magari farà mettere il grembiulino anche alle insegnanti stavolta! Poveri noi…

  11. Anonimo,concordo anche con te.In Italia mancano serietà e professionalità. Per acquisirla, come dice l’amicoxpiciox, bisognerebbe deportare milioni di studenti e professori, a Reggio Calabria, dove ha dato gli esami la Gelmini, e fargli toccare con mano come dovrebbe essere la scuola in un paese civile.Un saluto semiserio e per niente proferssionale.

  12. Anonimo il said:

    aveva ragione bossi quando disse che la moglie ne sapeva di più in merito alla scuola e “ma che ne sa questa di scuola”?tutti i governi e ministri della P.I.succedutisi in questi decenni hanno pensato di mopdificare la scuola, ma nessuno è stato capace di entrare nel merito!Tutti hanno parlato per sentito dire!1-GREMBIULI per uniformare gli alunni:togliere le distinzioni sociali!E che dire dei figli degli immigrati costretti a sostenere dei quiz e costituire una classe differenziata?perché non uniformare gli zaini, le scarpe, le merende,gli astucci?uniformare il colore della pelle!?non sarebbe bello farli tutti bianchi, stessa altezza, stessi capelli??2-Il decreto è stato fondato non su principi pedagogici,socio relazionali, non per assicurare il successo per tutti, ma per differenziare ancor più!Il voto in condotta segnerà il destino di un anno!Il voto dato da chi?da docenti che spesso non sono in grado di osservare,comprendere,porre in essere “rimedi”, dare aiuti, sostegno al ragazzo difficile?

  13. Anonimo il said:

    aveva ragione bossi quando disse che la moglie ne sapeva di più in merito alla scuola e “ma che ne sa questa di scuola”?tutti i governi e ministri della P.I.succedutisi in questi decenni hanno pensato di mopdificare la scuola, ma nessuno è stato capace di entrare nel merito!Tutti hanno parlato per sentito dire!1-GREMBIULI per uniformare gli alunni:togliere le distinzioni sociali!E che dire dei figli degli immigrati costretti a sostenere dei quiz e costituire una classe differenziata?perché non uniformare gli zaini, le scarpe, le merende,gli astucci?uniformare il colore della pelle!?non sarebbe bello farli tutti bianchi, stessa altezza, stessi capelli??2-Il decreto è stato fondato non su principi pedagogici,socio relazionali, non per assicurare il successo per tutti, ma per differenziare ancor più!Il voto in condotta segnerà il destino di un anno!Il voto dato da chi?da docenti che spesso non sono in grado di osservare,comprendere,porre in essere “rimedi”, dare aiuti, sostegno al ragazzo difficile?

  14. Anonimo il said:

    Secondo me, più che seri, presto saremo disperati (anche se un paio di punti della legge, tipo quello sui libri, non mi sembrano sbagliati). Ma forse ho capito male…

  15. “Manca la buona educazione e il senso civico”Beh tornerà l’insegnamento di educazione civica :)Comunque, io sono favorevole, se significa togliere dalle palle professori ladri, corsi inutili e sprechi di ogni tipo è una cosa buona.E comunque sbagliate a dire che nessuno è riuscito a cambiare la scuola… Berlinguer ce l’ha fatta purtroppo.

  16. Anonimo il said:

    Ma perchè gli studenti fanno tutto sto casino se di fatto fino al 2010 non cambierà pressochè nulla?Ho capito male io?

  17. ma perchè taluni esprimono concetti così “scontati”: i ragazzi sono tutti ignoranti e fannulloni, ovviamente sono tutti bulli e violenti, i loro genitori sono dei poveri mentecatti, che ancora pensano di essere giovani e sono invece decrepiti, gli insegnanti sono tutti inetti e mangiapane a tradimento, se mi sono scordata qualcosa aggiungetela voi…io guarda caso invece conosco ragazzi studiosi con la media del 9 e la borsa di studio in tasca che ieri sono andati a manifestare per il diritto allo studio per tutti, e per un futuro meno precario, conosco due giovani ragazzi con prole che sono emigrati in un altro paese per poter seguire la loro passione: uno guarda caso fa il ricercatore di fisica, vedo i loro amici sparsi per il continente, chi in un uganda a lavorare nella cooperazione internazionale, chi in francia a studiare gli astri, chi in germania a specializzarsi in informatica…forse frequento marziani

  18. ciao Pietro! applausi per la vignetta! e concordo con Alfie … certo che questo/i anonimo/i mi ha messo una tristezza … siamo ancora al commento anonimo? ma firmati “pincopallino” sta meglio!un bacioAle 🙂

  19. Bellissima vignetta, ma per nostra sfortuna non sono seri ma…penso che qualcosa dovranno fare visto che il movimento non si vuole proprio fermare…

  20. Anonimo il said:

    …Stipendificio degli insegnanti inetti?mah…si vede anonimo che non hai cognizioni di “storia della scuola” italiana (e straniera)…non aggiungo altro,non ne vale la pena!

  21. Anonimo il said:

    …Stipendificio degli insegnanti inetti?mah…si vede anonimo che non hai cognizioni di “storia della scuola” italiana (e straniera)…non aggiungo altro,non ne vale la pena!

  22. Anonimo il said:

    …hahahaha…ma dai lasciala lavorare la cara maria star (come la chiama la Littizzetto), con quella espressione da perenne dea sdegnata, un pò la capisco, neanche a me farebbe piacere essere la marionetta del nano e del premio nobel per l’economia.

  23. Pellè,eeeeeeee Dio lo volesse,oppsss Dio? be si dai o chi per lui magari il Papa quello”personale” che l’ha sponsorizzata,si,si va be gli ho anche dedicato il santino…eh,eh,eh,

  24. Anonimo il said:

    non capisco, veramente non capisco le proteste… io conosco molto bene il testo della legge… non ho ancora capito quali passaggi non vi convincono…ieri sera ero a cena con una amica, maestra delle elementari: la sua (loro) unica preoccupazione è la situazione di precariato in cui si trova. Riconosce che la riforma non ha ancora deciso molti aspetti che riguarda l'istruzione e quindi protestare, per ora, non ha nessun senso.le proteste sono l'unico modo, purtroppo, che ha la sinistra per unirsi… pensare a quanto bene poteva fare quando era al governo…. vabbè machevellodicoafà, qui si protesterebbe per principio…le riforme furono, sono state e saranno sempre impopolari… http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2008/10/decreto-scuola-abc-maxiemendamento.shtml?uuid=6c4acfe8-947c-11dd-8554-b299b4e00502&DocRulesView=Liberose firmo Michela C. esco dall'anonimato?

  25. Michela, che la sinistra al governo non abbia fatto nulla, siamo d’accordo.Che questa è una riforma dei tagli è un dato di fatto.Dicono che ci sono sprechi nelle università e tagliano le elementari. Unico settore della nostra scuola preso ad esempio dagli stranieri. Parlano di riforma, ma il grembiulino, il maestro unico e il voto in condotta, sono uno specchietto per le allodole per effettuare tagli.Pero’ hanno tolto l’ici anche ai miliardari. Che fighi.Vabbeh ma tanto loro mandano i figli alle private, dai preti, a pagamento, chissenefrega.

I commenti sono chiusi.