Nell’operoso Nord Est i ricchi scroccano l’esenzione dal ticket

Non hanno neanche l’alibi della grande crisi, qualora potesse essere un alibi. I controlli risalgono agli anni tra il 2005 e il 2007. Centinaia di famiglie bene, piccoli e grandi imprenditori, prima parcheggiavano i loro Suv e le Mercedes davanti agli ospedali di questa parte della provincia di Treviso, poi entravano ed usufruivano di prestazioni mediche gratuite. Erano esenti dal ticket.

In pratica, pensionati, operai, precari, hanno pagato per anni, con le loro tasse, prestazioni mediche a questi finti poveri. Una volta scoperti hanno pure chiesto l’incontro con i vertici delle Usl per sanare la posizione ed evitare la denuncia. Ma gli è andata male. Nessuna scusa per i furbetti del ticket. Ora da più parti si chiede che vengano fatti i nomi pubblicamente e che vengano messi alla gogna. Non possiamo che approvare. (link)


Vota su

Precedente Bepi e Toni, le ronde alle prese col viagra Successivo Fette di culo. Per chi vi chiede l'impossibile!

24 commenti su “Nell’operoso Nord Est i ricchi scroccano l’esenzione dal ticket

  1. E’ una prassi assai diffusa rubare i soldi e le prestazioni a chi paga le tasse. Io aspetto in riva all’adige che scoppi lo scandalo della sanità a Verona…ci sarà da piangere e ridere, ma bisogna che cambi l’aria prima che scoppi la bomba. Segnatelo: prima o poi scoppierà lo scandalo sanità dalle mie parti oppure vedrai la città di verona fare bancarotta.

  2. Chissà se il nano giustificherà anche questi evasori così come giustificò quelli fiscali, magari dicendo che quando i ticket sono troppo alti è giusto evaderli.

  3. Disgustosi è dire poco Pietro.Sono bastardi quasi. e per giunta c’è dal governo chi vuole sovvenzionare con soldi pubblici le scuole private.Senza vergogna.

  4. da queste parti i residenti hanno anche lo sconto sul prezzo della benzina alla pompa. Provare per credere!

  5. ho sempre pensato che in tutte le siuazioni c’è sempre chi se ne approfitta!ecco perché gli altri stanno sempre peggio e chissà quante altre cose andrebbero scoperte!

  6. Anch’io non posso che approvare.Come dice Silvano, queste cose in Italia sono molto frequenti. Mio padre ha a che fare spesso con queste situazioni (rientra nel suo lavoro) e sinceramente questi non si meritano altro che la gogna mediatica.

  7. @punzy: si dice m-e-r-d-a! perché sono nient’altro che pessi di merda. scommetto le palle che sono gli stessi che folleggiano coi suv e mandano i figli alle private e, ovviamente, scissi a metà fra lega e pdl. e poi mi dicono che ho preconcetti sul veneto. cazzo! sono 4 anni che ci vivo ed è addirittura peggio di come me l’ero immaginato!! bah..

  8. Qui da me la sanità è scoppiata da un pezzo, ormai paghiamo tutto. Ricchi e poveri.Comunque non credo che i nomi usciranno, non credo proprio. Scommettiamo

  9. A me dei loro nomi e cognomi non mi interessa ma voglio che paghino tutto e pure gli interessi.Per il resto è risaputo che viviamo in un Paese di furbi e che su uno condannato altri dieci continuano ad imbrogliare…Chi controlla chi?

  10. Invece io e mia moglie,pensionati, esenti per reddito e invalidità, prendiamo un sacco di medicinali e per alcuni di essi devo pagare il ticket comunque. Ma che cazzarola di giustizia è mai questa? C’è del marcio in Danimarca? Perchè quì scherzano.

  11. Fori i nomi, fori i nomi, Buu, Ladri, Buu!E’ ‘na cifra che non commentavo. nelle prossime statistiche sarò, come sempre, tra gli ultimi. 🙁

  12. eheh Lindalov, ho abolito le statistiche. Segnalerò comunque qualche blog interessante di amici che passano da qui 😉

  13. Anonimo il said:

    Beh, ma scusa, ti stupisci? Secondo te i ricchi, com’è che sono diventati ricchi? Onestamente??!!

  14. E ci metto le palle che saranno stati tutti legaioli e forzitalioti! Poi non dite che siamo noi di sinistra ad avere i preconcetti quando diciamo che sotto berlusconi si annida un marciume morale da far spavento, eh… cazzo a trovarne di onesti si fa una fatica…!!!

  15. Magari gli servivano schei per comprarsi la barcahttp://www.fondazioneitaliani.it/index.php/Fisco.-20-trevigiani-con-barche-da-600-mila-euro-evasori-totali.html

I commenti sono chiusi.