Papà, oggi è arrivato in classe un altro bambino romeno


T. : – Papà, oggi è arrivato in classe un altro bambino romeno. Sono già 5. Tra rumeni, croati, serbi, colombiani e cinesi, ormai sono quasi la metà.
P: – Dal prossimo anno non potranno essere più del 30% in ogni classe.
T: – E che fanno, mandano via quelli che ci sono?
P: – Non lo so. L’ha deciso il ministro Gelmini. Ma forse varrà solo per le nuove classi.
T: – Ma come mai?
P: – Perchè altrimenti si perde la nostra identità culturale italiana.
T: – E non è meglio?
—————————-

Precedente Chi, nun tu disse ruoccu u stuortu?! Successivo vignetta - Quando c'era lui...(la riabilitazione di Craxi)

5 commenti su “Papà, oggi è arrivato in classe un altro bambino romeno

  1. Se è quella della lega e dei fasci sarebbe molto ma molto meglio…P.S. ti rubo la svasticona dello stivale.ciao, silvano.

  2. la mia insegnante di musica essendo nata in Romania prega tutti gli italiani di pronunciare bene la sua nazionalità, non si dice Romeni ma RUMENI, con la U. Per il resto concordo con Silvano…

I commenti sono chiusi.