Poesia scritta da un bambino di 8 anni che riposto per questi giorni di festa
———————————————————
CHI TI STA ACCANTO E’ TUO FRATELLO

Anche tu sei mio fratello
ma ora vieni a casa mia
perchè piove.

Le gocce della pioggia
sono le lacrime degli uomini
che lavorano tanto.

Le lacrime delle donne
perchè vengono pagate poco
e non possono sfamare i loro figli.

Le lacrime di noi due
perchè pensiamo a queste cose
che succedono ogni giorno.

Precedente Ora sappiamo dove va la classe operaia (a destra) Successivo OSCAR 2008 PER LO SPOT PUBBLICITARIO DELL'ANNO

10 commenti su “

  1. Bella la poesia, triste pensare che la abbia scritta un bimbo di nove anni. A quell’età bisognerebbe pensare solo alle cose belle.Buona Pasqua!

  2. Off topic: stamattina sono passata di qua e non ho trovato musica, mi son detta “che abbia dato forfait?”Vedo che hai rimediato subito :-)La ascolterò mentre dipingo le uova bollite…..

  3. @miss welbyCerto che te li saluto se mi dici a quali parti ti riferisci:-)Io vivo in Veneto da tanti anni, ma preferirei salutarti la Sicilia che è la mia terra e mi sento siciliano al 100%.@AnnaForse non si sentiva perchè stavo cercando di mettere dentro più canzoni.Chissà che spettacolo mentre dipingi le uova bollite:-)

  4. Ciao mitico blog, grazie per aver postato il mio video “Guerra vigliacca”, ti ho linkato con piacere. Ciao a presto.

  5. Anonimo il said:

    è una poesia stupenda!Con la sensibilità che solo i bimbi possono avere!Complimenti! Continua cosi! elena

I commenti sono chiusi.