(satira) Intercettazione A.A.- S.B. – La vera genesi del Lodo Alfano


– S.: “Angelino, non dovevi presentarlo! Per colpa tua ora sono
nei guai”
– A.: “Cosa non dovevo presentare?”
– S.: “Il lodo Alfano”
– A.: “Ma … Sire … me lo ha detto Lei.”
– S.: “Quando?”
– A.: “Si ricorda quella telefonata a notte fonda, a giugno dello
scorso anno?”
– S.: “Certo. E allora?”
– A.: “Beh, durante la conversazione stavamo parlando degli
attacchi della magistratura nei Suoi confronti … io, Sire,
proposi una legge ad hoc e Lei a un certo punto disse, con
grande enfasi: ‘va bene così … si … lodo Alfano!’
– S.: “Angelino, sei giovane e forse non molto pratico, ma io
avevo detto: ‘godo, Alfano!’ … non ero solo …”

grazie a:
www.giovanniciprotti.it

Ti è piaciuto il post? Vota Ok oppure No. Grazie!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Precedente Anche un ministro ex An sarebbe coinvolto nello scandalo dei trans Successivo (vignetta) - La prima frase di Marrazzo

5 commenti su “(satira) Intercettazione A.A.- S.B. – La vera genesi del Lodo Alfano

  1. Anonimo il said:

    E' incredibile la prostrazione con la quale questi loschi individui strisciano ai piedi del sire. Sono i nuovi Himmler, almeno i nazisti piangevano ascoltando Wagner. Gasparri si diverte con Jerry Calà, a volte però lo trova un po' troppo complesso.

I commenti sono chiusi.