SIRCANA E I GIORNALI

Caro Direttore,
ecco come una dichiarazione “geneticamente modificata” può servire a sostenere una tesi che fa acqua.Laura Cesaretti sul Velino usa una frase detta da Prodi al settimanale Gente ( “dopo questa esperienza…aprirò un nuovo corso di laurea: Scienza delle Coalizioni”), aggiungendoci un “magari in Africa” mai detto dal Presidente del Consiglio che però serve per alimentare una sequenza di congetture forse interessanti sui rapporti tra Prodi e Veltroni ma, sicuramente, infondate. Al peperoncino si aggiunge poi il pepe di un’altra frase, anche questa mai detta da Prodi, (“è più cinico di D’Alema”, che ha addirittura l’apprezzabile pregio di cogliere i classici due piccioni con una fava. Sono stato sempre un convinto sostenitore della teoria del massimo risultato con il minimo sforzo e credo che nella maggioranza dell’Unione ci siano già abbastanza differenze di opinione (permettetemi l’eufemismo) da costituire pane sufficiente per soddisfare quotidianamente gli appetiti dei giornalisti, fare addirittura la fatica di modificare o creare di sana pianta le dichiarazioni mi sembra francamente inutile.
Silvio Sircana

Precedente ANCORA TU! Successivo LA MAFIA