Tanto va la cagna all’osso che ci lascia la mascella

Vi dico subito che non è un post sulla Carfagna. Spero non restiate delusi.

Reduce da una cena a base di maiale, porto a casa un po’ di scarti, ossi, leccornie per la mia cagnolina. Ieri sera, guardando fuori dalla finestra, nella semioscurità la vedo muoversi in maniera strana, la sento anche lamentarsi. Esco, cerco di andarle incontro, lei si muove a zig zag, a testa in giù, faccio fatica ad inquadrarla. Quando riesco ad avvicinarmi, mi accorgo che ha la bocca completamente spalancata. La fermo, la guardo meglio e vedo che ha un enorme osso che le riempie tutta la bocca, incastrato nella mascella. Oddio, questa cosa non era prevista. Le prendo il muso, cerco di essere delicato, ma l’osso non si muove di un millimetro. Provo ad allargarle lentamente la bocca, con delicatezza, ma lei sente male e cerca di allontanarsi. Già m’immaginavo l’ingresso dal veterinario con la cagnolina a bocca aperta, con l’osso in bocca e gli sguardi dei clienti e del dottore tra il sorpreso e il divertito. Prendo un paio di guanti, (da muratore, non da chirurgo), ho paura che qualche dente affilato possa andare a conficcarsi nelle mie mani. Con pazienza cerco di capire da che parte l’osso possa avere un margine di movimento. Riesco con uno strappetto, doloroso per lei, a smuoverlo di un minimo. Il tempo di girarmi per andare a prendere una lampada per avere più luce, la sento tossire, ce l’ha fatta, l’osso è fuori.
Fiuuuuuu…., meno male, l’avevo vista brutta…

Precedente TROVA LE DIFFERENZE TG5, elezioni in Sardegna - Soru vs Cappellacci Successivo Silvio e l'ennesima gaffe (vignetta giustizialista)

23 commenti su “Tanto va la cagna all’osso che ci lascia la mascella

  1. povera Jenna…….immagino lei ke kiede aiuto e te preoccupato di non saperla o poterla aiutare.Dai:tutto è bene quel ke finisce beneCiaooooooooLella

  2. questi nostri amici a quattro zampe riescono sempre a farci preoccupare!sally, il mio pastore tedesco, era stata assalita da un cervo volante, le aveva brincato il naso con le sue tenagliette. Lei grande e grossa piangeva disperata, agitandosi per tutto il giardino. Io più agitata di lei a correre dietro alle due. Alle volte la comicità si mischia alla tragedia.Una stropicciata a Jenna

  3. Povera Jenna…Io ho un gatto che si fa sempre male. Il che non dipende da me, è lui che sta in giro anche per due o tre giorni. Poi viene a casa affamato e ammaccato…Sfigatto…non di nome, ma di fatto.

  4. cristiana il said:

    Come ti capisco,stasera la mia Lilla ha rigurgitato -un po’ di puntarelle con aglio e acciuga- e quando il cane non sta bene,mi viene il nodo allo stomaco.Sono agnostica,ma spesso,guardando i miei cani ho pensato:che il cielo vi benedica.Cristiana

  5. Ai cani vanno dati solo ed esclusivamente ossi grandi, molto grandi. E Cristiana, le puntarelle con le alici? Ma sei folle? 🙂 Quelle mangiatele tu, ché sono buonissime, ma al cane fanno male.Ma insomma, devo dirvi sempre tutto….

  6. Anonimo il said:

    Al mio gatto capitò con un sasso enorme e tondo. Noi pensavamo che avesse la lingua gonfia, invece era questo sassòne…

  7. ve la siete vista veramente brutta… tutto e bene quel che finisce bene…. complimenti a te che non ti sei fatto prendere dal panico e una carezza affettuosa a lei dalla zia Buba 😉

I commenti sono chiusi.