Precedente Totò Cuffaro in vigilanza Rai. Dal canone al cannolo...Rai, di tutto di più. Successivo Tanto va la cagna all'osso che ci lascia la mascella

26 commenti su “TROVA LE DIFFERENZE TG5, elezioni in Sardegna – Soru vs Cappellacci

  1. Tutto vero, un bel lavoro quello che hai fatto…Epperò, questa è la situazione reale con cui dobbiamo necessariamente confrontarci. Chissà, forse i contatti personali, quartiere per quartiere potrebbero funzionare ancora oggi, come funzionavano tanti decenni fa…

  2. Vincenzo. bel lavoro, sì, ma onestamente bisogna darne merito a chi lo ha fatto, io l’ho solo condiviso perchè penso che meriti di essere visto. Certe tecniche televisive fanno parte della manipolazione e del condizionamento dell’elettore. L’autore credo sia questo:http://www.youtube.com/user/alabama531

  3. Io oramai non vedo la TV da molto tempo, ma purtroppo è ancora il primo mezzo per diffondere notizie, ha ancora il primato per manipolare il pensiero.Ad esempio per Niki stiamo utilizzando internet e il mezzo più antico e avvolte efficace: la piazza.

  4. Anonimo il said:

    E’ beh, sono professionisti della propaganda … La speranza e nei giovani che vedono meno i Tg e navigano di più …

  5. @ XPXNon basta navigare, ma bisogna sapere anche dove farlo.Molto spesso Internet è un seguito della TV. Ci sono tanti spazi che sono informativi, arricchiscono, è verissimo, ma è altrettanto vero che c’è molta spazzatura su Internet.Io, e te lo dico da 20enne, vedo molti miei coetanei che usano Internet come se fosse una Playstation e non lo conoscono minimamente.Io ho paura comunque.

  6. inquadrature a parte, non sono un’esperta, mi era sfuggita una parte del contenuto della propanganda:5000 euro per ogni disoccupato da spendere presso il proprio datore di lavoro?fatemi capire, gli danno 5000 euro e loro lo girano a chi li assume?e chi glieli da questi 5000 euro?merita un approfondimentoqualcuno faccia luce

  7. basta non guardare canale 5 e che diamine… e poi se soru non è stato eletto non è a causa del TG5, ma per quello che aveva promesso e che no ha fatto… la politica comunque la si “riprenda” e sempre una cosa “sporcata” dai politicanti.

  8. ho l’impressione che questo discorso del controllo dei media, è stato così giustamente discusso nella sinistra, che è diventasto noioso pure per noi. Non lo so se è per un fatto di rassegnazione , ma la cosa è gravissima…La destra non poteva sperare di meglio..

  9. Ma questo filmato raccoglie tutta la mentalità Italiana. Il concetto di di usare i media per accrescere il proprio potere, è un fatto normale. O almeno è anormale ma normale nel contesto italia. E questo sta a significare che alla fine l’Italia è sotto un regime leggero e asuefatto al tempo stesso. Siamo talmente immersi in questo stato di cose che possiamo chiamarlo sistema. Proprio come in termodinamica. e’ sistema , è tutto.

  10. Io penso che la si debba smettere di considerare la tv influente nelle scelte politiche.Basti pensare che nel 1996 e nel 2006 la sinistra ha vinto.Il problema è che la sinistra salottiera deve SMETTERLA di considerarsi superiore o vittima di un complotto.La gente non ci crede più a chi dice che Berlusconi è il male.Ci vogliono proposte serie, migliorative.Ma questo, per la sinistra, è un tabù. Forse un’utopia.Forse una velleità.

  11. il viandante,la sinistra ha altri problemi, ma la politica moderna è solo televisione, negli altri paesi vince chi centra il messaggio da far passare, in italia vince l’unico messaggio che passa, o che sovrasta gli altri. Il fatto che berlusconi abbia perso delle elezioni, puo’ voler dire che senza tv le avrebbe perso peggio…

  12. Mah, non so ma la cosiddetta “sinistra” vedete come si è alleata con l’altra parte, sfruttando anche i media, quando si trattava di far fuori De Magistris e la Forleo…hanno imparato anche loro. Ma, lo ripeterò fino alla nausea, quella non è la sinistra.

  13. @Il viandanteSulle elezioni in quanto tali, l’influenza della TV è limitata, anche se non si può ignorare. L’influenza della TV in realtà è sul modo di pensare prevalente. Tanta retorica sulla TV di Bernabei, quella che censurava….E cosa c’hanno servito? Berlusconi è entrato nelle nostre case con le TV private, e c’ha americanizzato. Certo, “Uccelli di rovo” lo mandava in onda per fare soldi, ma l’effetto sul modo di pensare della gente l’ha avuto lo stesso. E’ la cosa che mi arrovella: se la TV serve a quelli come Berlusconi per manovrarci, ma siamo certi che la censura, in quanto tale, sia il male assoluto?

  14. ciao Pierosono Michele di pianetatempoliberonoi avevamo un link reciproco poi non so cosa e’ successo e non ti ritrovo piu’ tra i miei seguaciti propongo di rimettere entrambi il linkfammelo sapere se okmi attivociaohttp://pianetatempolibero.blogspot.com

  15. la tv influisce su usi e costumi per l’effetto emulazione. Il fatto di vedere tette, culi, gente che litiga in tv dalla mattina alla sera, cartoni animati violenti e gasparri, avrà conseguenze sulle generazioni future. Non sono per la censura, ma per regole un po’ più rigide, limite alla pubblicità per i bambini e per la violenza gratuita in orari in cui loro sono i maggiori usufruitori.Ovviamente sono anche per impedire a chi detiene mezzi di comunicazione di massa, di avere posizioni di potere politico, come avviene in tutto il mondo.Insomma una cazzo di legge sul conflitto di interesse.

  16. io ho visto il tg 5 ho visto i tg regionali ho visto gli altri tg e facevano tutti vomitare… sono andata a leggermi i programmi e lo dico a voce alta e con orgoglio ho votato Sale, ha parlato bene senza tirare in ballo le solite cazzate sull’autonomia dall’Italia ma parlando di strade infrastrutture posti di lavoro rilancio del turismo e sopratutto cosa che mi sta particolarmente a cuore fonti di energia rinnovabile. il programma di Soru era un casino e quello di capellaci una farsa…..

  17. SONO ANNI CHE CERCO QUESTO VIDEO, MA ORA L'HANNO ELIMINATO DA YOUTUBE….VI PREGO DITEMI CHE QUALCUNO LO HA SCARICATO E PUO' RIPOSTARLO O INVIARMELO TRAMITE E-MAIL…QUALCUNO MI FACCIA SAPERE SE CE L'HA SUL PC….GRAZIE…

I commenti sono chiusi.