Valentina Vezzali e le “altre”

Seguendo l’esempio della valorosa campionessa olimpica Valentina Vezzali, anche altre atlete italiane, famose e non, hanno voluto dimostrare la loro stima nei confronti del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Riportiamo qui di seguito alcune dichiarazioni.

(Le espressioni usate sono tipiche del gergo di ciascuno degli sport praticati, i maliziosi sono avvisati)

– Giulia Quintavalle, judo “Presidente da lei mi farei sbattere sul tappeto”

– Pellegrini-Filippi, nuoto: “Presidente, potremmo provare lo stile libero a tre e venire da lei ab…bracciate, o preferisce lo stile a “farfalla”?”

– Eva Ferrieri, portiere di calcio: “Presidente, me lo tiri pure a cucchiaio”

– Chiara Cainero, tiro a volo:“Presidente, con me farebbe centro al primo colpo”

– Alessandra Sensini, vela: “Presidente, le cazzo la randa?”

– Josefa Idem, canoa: “Presidente, venga in canoa, ma porti la pagaia eh”

– Tatiana Guderzo, ciclismo: “Presidente, mi porta a fare un Giro?”

– Elisa Rigaudo, marcia 20 Km: “Presidente, lei è uno che viene fuori alla distanza”

– Daniela Ceccarelli, sci: “Presidente, lo slalom tra i pali è la mia specialità”

– Maurizia Cacciatori pallavolo: “Presidente se io gliela alzo lei mi fa una schiacciatina?

– Alessia Lovati, equitazione: “Presidente, lei ha un cavallo basso ma secondo me cavalca molto bene”

– Carmen Di Gennaro, softball: “Presidente, nel nostro sport è essenziale l’uso della mazza”

– Gloria Santacroce, tennis: “Presidente, le insegno io il dritto, il rovescio e il lungo linea”

– Marzia Zandini, bocce: “Presidente, che glielo dico affà…so’ sue!!”